Condizioni Generali

Riservatezza e proprietà dei risultati

Le parti si impegnano a non rivelare a terzi, sia durante lo svolgimento delle attività oggetto di contratto sia in seguito, qualunque informazione relativa ai contenuti tecnici dell’attività, ai piani di lavoro relativi e allo stato dei lavori, alla identificazione delle società interessate e del personale coinvolto, e ogni altra informazione riservata relativa ai piani, al commercio, alle attività e all’organizzazione, di cui le parti verranno a conoscenza nell’ambito dell’attività sopra descritta. Resta inteso che quanto sopra non si riferisce a conoscenze, dati od altre informazioni che 32BIT SRL possa dimostrare essere state in suo possesso prima o indipendentemente dalla loro trasmissione da parte del cliente o che siano divenute di pubblico dominio senza responsabilità di 32BIT SRL stessa.

Esclusione di responsabilità

32BIT SRL comunica che non è possibile sviluppare prodotti software esenti da errori rispetto a tutte le possibili applicazioni, e come, quindi, nuovi possibili errori possano comparire in concomitanza di nuove versioni dei prodotti software. In nessun caso 32BIT SRL o i suoi partner o i suoi fornitori saranno responsabili per i danni (inclusi, senza limitazioni, il danno per perdita o mancato guadagno, interruzione dell’attività, perdita di informazioni o altre perdite economiche) derivanti dall’uso o mancato uso del prodotto software fornito come servizio, anche nel caso in cui 32BIT SRL sia stata avvertita della possibilità di tali danni.
In ogni caso, la responsabilità di 32BIT SRL sarà limitata ad un importo massimo corrispondente a quanto pagato per il progetto.

Divieto di storno di dipendenti e collaboratori

Il cliente si impegna, per sé medesimo e per le sue controllate, affiliate, consociate, a non assumere né direttamente né indirettamente, per interposta persona, o comunque a non avere alcun tipo di relazione lavorativa direttamente o indirettamente, con dipendenti, consulenti o collaboratori di 32BIT SRL, o con coloro che abbiano avuto detto ruolo nei sei mesi precedenti all’inizio dell’eventuale rapporto con il cliente. Qualora questo impegno non venga rispettato, il cliente sarà tenuto a corrispondere, a titolo risarcitorio, una penale determinata nell’importo di euro 30.000,00, per ogni lavoratore assunto o messo sotto contratto, fatto salvo l’eventuale maggiore danno.

Recesso e risoluzione

Recesso da parte del cliente

Il cliente avrà facoltà di avvalersi del recesso anticipato dal presente contratto in corso di esecuzione, ma saranno salve le prestazioni già eseguite od in corso di esecuzione, con l’obbligo di pagare il corrispondente corrispettivo pattuito, ai sensi dell’art. 1373, comma 2, del Codice Civile.

Risoluzione da parte del cliente

Il cliente potrà risolvere di diritto il presente contratto, ai sensi dell’art. 1456 del Codice Civile, nel caso di assoggettamento di 32BIT SRL ad una procedura concorsuale.

Risoluzione da parte di 32BIT SRL

32BIT SRL, avrà facoltà di avvalersi della risoluzione di diritto del presente contratto, ai sensi dell’art. 1456 del Codice Civile, nei seguenti casi:

  1. inadempimento degli obblighi di pagamento previsti dal contratto da parte del cliente, limitatamente ad un ritardo ingiustificato del pagamento concordato, e in caso di mancata risposta a:
    • 30 giorni dall’invio di email di sollecito (inviata all’indirizzo di riferimento indicato dal cliente nel preventivo)
    • 30 giorni dall’invio di PEC di sollecito (inviata all’indirizzo di riferimento indicato dal cliente nel preventivo)
  2. inadempimento del patto di non assunzione di dipendenti e collaboratori. 

Per ogni altro inadempimento da parte del cliente al presente contratto, sarà applicabile l’art. 1454 c.c.

In caso di risoluzione del presente contratto, il cliente provvederà al pagamento dei servizi eseguiti da 32BIT SRL sino alla data della risoluzione in proporzione al lavoro svolto, fatto espressamente salvo il risarcimento del danno. 

Si precisa inoltre che:

  1. Verrà interrotta qualsiasi attività eventualmente in corso con il cliente;
  2. Il lavoro prodotto fino a quel momento non verrà messo a disposizione del cliente;
  3. Sarà facoltà di 32BIT SRL il diritto di interrompere il servizio fornito al cliente (bloccando completamente il software o limitandone le funzionalità o l’accesso)
  4. Qualora risultasse necessario, eventuali spese per agenzia di recupero crediti, saranno da considerarsi a carico del cliente.

Forza maggiore

Nel caso in cui l’esecuzione del presente contratto fosse ritardata, impedita od ostacolata da cause di forza maggiore, l’esecuzione medesima si intenderà sospesa per un periodo equivalente alla durata della causa di forza maggiore.

Esclusioni

Se non espressamente indicato nelle condizioni di fornitura, non sono da ritenersi a carico di 32BIT SRL:

  1. Costi per l’acquisto di software terzi, servizi terzi, hardware e licenze.
  2. Costi per canoni o abbonamenti (hosting, cloud…) e servizi accessori (database, email, sms, certificati https, backup…).
  3. Costi per acquisto di immagini/video/audio tramite servizi di stock.
  4. Costi per acquisto di plugin, moduli, librerie e temi commerciali.
  5. Viaggi per conto del cliente fuori dalla sua sede, i quali saranno fatturati a consuntivo dietro presentazione dei giustificativi di spesa.
  6. Servizio di data entry, traduzione, elaborazione di testi (copywriting), privacy policy, cookie policy, foto/video/audio editing, i quali se richiesti verranno valutati separatamente.
  7. Servizio di tipo sistemistico su servizi/apparati del cliente, come la configurazione di computer, server, macchine virtuali, ambienti cloud, stampanti, router/firewall, client email… o interventi di messa in sicurezza come l’aggiornamento del sistema operativo, aggiornamento di software terzi, procedure di backup…

Condizioni per lo sviluppo

  1. Il cliente accetta di riconoscere 32BIT SRL come ideatore e/o realizzatore delle logiche e delle soluzioni adottate per la realizzazione del software ed acconsente all’inserimento all’interno dello stesso, dei riferimenti alla sua ragione sociale. Si precisa che il codice sorgente non è visibile dall’utilizzatore finale.
  2. Salvo patto contrario, il cliente riconosce a 32BIT SRL la proprietà dei codici sorgente utilizzati per produrre il software (anche ove il software sia depositato presso ambienti non di proprietà di 32BIT SRL). In caso egli desideri disporre di tali codici sorgente, si procederà ad effettuare una valutazione economica. Il cliente autorizza 32BIT SRL ad utilizzare parti dei codici sorgente e/o del know-how acquisito, in altri progetti di altri clienti, in ogni caso con esclusione di quanto previsto al precedente punto “Riservatezza e proprietà dei risultati”.
  3. Eventuali problematiche legate a servizi offerti da terzi (hosting, dns, email, traduzioni e copywriting, ottimizzazione/editing di immagini o video, server virtuali, pubblicazione app, gateway di pagamento…) non sono da ritenersi responsabilità diretta di 32BIT SRL che, ove possibile, si porrà solo come intermediario tra il cliente ed i fornitori dei suddetti servizi al fine di ottenere una più rapida risoluzione del problema.
  4. Se non diversamente specificato, tutti gli incontri di tipo tecnico, la raccolta di specifiche, la formazione e le demo (di persona, tramite telefono o piattaforme di chat o videoconferenza), sono da considerarsi extra preventivo e verranno conteggiate a consuntivo. A questo va aggiunto il tempo di eventuali trasferte.
  5. Il lavoro si intende svolto presso la sede operativa di 32BIT SRL in orari che vanno dalle 8:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 17:30, dal lunedì al venerdì dei giorni lavorativi del calendario Italiano.
  6. L’unità di lavoro minima è valutata nell’ordine del quarto d’ora (15 minuti). Eventuali altre tipologie di intervento o modalità, verranno conteggiati ad una tariffa diversa.
  7. Il cliente si impegna a testare e valutare ogni nuova implementazione/modifica effettuata e con le modalità concordate caso per caso come indicato nell’eventuale piano di test.
  8. Il rilascio delle modifiche in produzione, avverrà esclusivamente dopo comunicazione scritta da parte del cliente della correttezza di tutti i test effettuati.
  9. Il rilascio delle modifiche in produzione, salvo richieste particolari da concordare, verrà effettuato solo di lunedì, martedì e mercoledì.
  10. Se non esplicitamente indicato, 32BIT SRL rifiuta ogni tipo di comunicazione e non autorizza la diffusione dei suoi contatti, ai clienti o alle figure terze collegate al destinatario del preventivo/contratto, il quale sarà l’unica interfaccia autorizzata.

Condizioni per T&M (Time and Material)

  1. Per giornata lavorativa si intende una giornata di minimo 6,5 ore.
  2. Obiettivi e priorità sono decise dal cliente. I tempi per raggiungere gli obiettivi vengono concordati e sarà nostra premura portati a termine nei tempi previsti salvo cambiamenti di specifiche, priorità o cause di forza maggiore che non consentiranno di garantire la data di consegna concordata.
  3. Telefonate, videocall, analisi, progettazione, studio, stesura di documentazione, viaggi e momenti di confronto con il cliente (o terze parti) rientrano nella modalità.
  4. Le giornate erogate verranno riepilogate quotidianamente al cliente mediante report attraverso file condiviso in cloud.
  5. Dopo 5 giorni lavorativi dalla consegna di ogni attività/obiettivo, i riepilogativi si riterranno tacitamente approvati.
  6. Eventuali bug rilevati o obiettivi non conclusi, al termine della modalità, verranno trattati come nuove implementazioni e sottoposti a preventivo.

Condizioni per l’assistenza

  1. L’assistenza si intende svolta presso la sede operativa di 32BIT SRL negli orari indicati al punto 5 delle “Condizioni per lo sviluppo”
  2. Le richieste di assistenza vanno inoltrate preferibilmente tramite la piattaforma di ticketing all’indirizzo: https://www.trentaduebit.it/TicketSystem. In alternativa è possibile utilizzare l’indirizzo assistenza@trentaduebit.it.
    Si chiede di indicare sempre: l’utente con cui si è collegati; l’url della pagina; il browser e sistema operativo in uso con relativa versione; l’azione che ha generato l’errore/anomalia specificando eventuali valori di input.
  3. In caso di richiesta di assistenza, verrà assegnato un risolutore alla richiesta in un massimo di 72h, nei tempi indicati al punto 5 delle “Condizioni per lo sviluppo”.
  4. Eventuali aggiunte/modifiche che esulano dal concetto di “assistenza”, verranno riformulate e presentate sotto forma di nuovo preventivo.
    Nello specifico si precisa che rientrano in questo punto le casistiche elencate di seguito:

    • L’aggiunta/modifica/eliminazione di testi/media (immagini,video…)/ruoli/pagine/funzionalità/casistiche/controlli/validazioni/permessi/moduli/campi di input/api,
    • Funzionalità non previste (per ambiguità/parzialità delle specifiche; omissione/ripensamento del cliente; scaturite da un utilizzo non corretto del software; nate da un cambiamento nei dati/fonti terze a cui il software è collegato; per l’aggiornamento forzato di software terzi di cui il software fa uso; per l’evolversi delle stesse).
    • Le operazioni di data entry, configurazione e comunque tutte quelle operazioni che il cliente potrebbe svolgere in autonomia sul software.
    • Interventi dovuti a modifiche o problemi al software/hardware su cui il software risiede, su sistemi (fisici o virtuali) che non siano di proprietà di 32BIT SRL.
    • Gli interventi su database o file system, per correggere azioni non previste, effettuate dall’utilizzatore non direttamente risolvibili con gli strumenti messi a disposizione dal software.

32BIT SRL si riserva sempre il diritto di valutare se una segnalazione rientri o meno in questo punto.

  1. I ticket che rientrano nel punto 4, per i quali non sia stato accettato il preventivo oppure quelli senza risposta da parte del cliente da più di 30 giorni, verranno automaticamente chiusi.
  2. In caso non sia possibile intervenire da remoto, verrà concordato un intervento on-site e nel caso di bug comprovato, verrà fatturato esclusivamente il costo della trasferta presso la sede indicata dal cliente al costo di 0,65€/km + 100€ una tantum come costo base di intervento. Diversamente si procederà con l’analisi del problema al fine di stilare un preventivo a parte.
  3. In caso di situazioni particolari di “overbooking” di richieste da parte di più clienti, ci riserviamo il diritto di valutare la priorità delle richieste secondo il metodo del “Triage”. Diversamente verrà richiesto un ordine di priorità di risoluzione delle richieste.
  4. Segnalazioni pervenute a distanza dall’eventuale piano di test verranno trattate come nuove richieste.
  5. Le attività previste mensilmente dal canone di assistenza sono:

    Sito web

    1. backup file
    2. backup database
    3. aggiornamento CMS
    4. aggiornamento plugin
    5. analisi sicurezza base


    Software web/Server API

    1. backup file
    2. backup database
    3. controllo spazio residuo disco
    4. aggiornamento framework
    5. aggiornamento pacchetti
    6. aggiornamento sistema operativo
    7. analisi/ottimizzazione database
    8. analisi prestazioni


    APP

    1. aggiornamento framework
    2. aggiornamento pacchetti
    3. aggiornamento plugin (solo quando tutti i plugin dell’app sono compatibili con la stessa versione del sistema operativo)
    4. ad oggi 01/05/2023 i plugin di terze parti utilizzati sono:
      • cordova-android: ver. ^12.0.1 – compatibile fino Android 13
      • cordova-ios: ver. ^7.0.1 – compatibile fino iOS 11
      • cordova-plugin-app-version: ver. ^0.1.14 – compatibile fino Android 13
      • cordova-plugin-inappbrowser: ver. ^5.0.0 – compatibile fino Android 13
      • cordova-plugin-ionic-webview: ver. ^5.0.0 – compatibile con Android 5+ e iOS 11+
      • cordova-plugin-splashscreen: ver. ^6.0.0 – compatibile con Android 5+ e iOS 11+
      • es6-promise-plugin: ver. ^4.2.2 – compatibile con Android 5+ e iOS 11+
      • cordova-plugin-barcodescanner:  ver. ^9.1.0 – compatibile fino Android 13
    5. verifica versioni beta ios/android

     

  6. Le prestazioni erogate verranno riepilogate al cliente mediante report mensili.

Condizioni per i pagamenti

  1. 32BIT SRL si riserva di chiedere in anticipo una parte del pagamento dovuto, in proporzione al lavoro svolto fino a quel momento, nei seguenti casi:
    • in caso di ritardi dimostrabili, non imputabili a 32BIT SRL;
    • in caso di mancanza di feedback da parte del cliente;
    • in caso di richiesta di sospensione da parte del cliente;
    • in caso la data di messa in produzione del progetto venga posticipata dal cliente ad un tempo indefinito o giudicato eccessivo.

Piano dei test

Se richiesto, il piano di test, in particolare se si segue un template per la qualità, avrà forma generale; per adattarlo alle specifiche esigenze di progetto si possono seguire questi punti:

  1. Avere chiare tutte le funzionalità del prodotto ed i singoli risultati che debbono essere generati dall’applicazione in risposta agli stimoli esterni (è necessario disporre dei manuali utente);
  2. Suddividere il prodotto per funzionalità o moduli;
  3. Elaborare i test case per ogni funzionalità o modulo;
  4. Raccoglierli e completare il piano di test con le considerazioni generali.

Queste fasi di lavoro consentono di poter predisporre un piano di test per qualunque progetto.

Per piccoli progetti, è spesso difficile creare così tanta documentazione nelle singole fasi; questo perché talvolta l’attività di test è svolta da una singola persona o perché effettivamente, il tempo necessario per redigere ogni singolo documento è elevato. Si rischia così di impiegare più tempo per redigere il documento che non per effettuare i singoli test, vero obiettivo del nostro lavoro. In altre parole, stiamo perdendo di vista la missione preposta. Seguendo un template elaborato a priori, possiamo accelerare le fasi di lavoro; si tratterà solo di inserire nella documentazione già predisposta i seguenti aspetti (se mancanti), completandoli opportunamente in modo da adattarli al nostro caso specifico:

  1. Gli obiettivi del processo di test
  2. Il peso dell’attività di test sulla produzione del software
  3. Il livello di accettabilità di test
  4. La definizione delle attività di test
  5. I controlli da eseguire sulle singole attività
  6. Il peso di ciascuna attività sull’attività complessiva di test
  7. I documenti da produrre ed archiviare
  8. Il grado di copertura del codice
  9. Le tecniche di test da utilizzare
  10. I criteri di scelta delle tecniche

Fasi di rilascio

Si utilizzeranno tre ambienti di lavoro separati:

  • Sviluppo: risiede presso i nostri ambienti ed è dove il software nasce per la prima volta
  • Test: risiede su un server di nostra proprietà accessibile via web. Contiene la versione beta del software pronta per essere valutata e testata dal cliente con dati reali. Questa fase viene utilizzata anche per rilasciate nuove funzionalità o patch prima della messa in produzione.
  • Produzione: risiede su un server di nostra proprietà o del cliente ed è l’ambiente su cui lavora il cliente. Qui vengono rilasciate le nuove funzionalità o le patch a seguito dell’approvazione nell’ambiente di test.

Ognuno dei tre ambienti dispone di una propria base dati indipendente dalle altre.

Rilascio del software (deploy)

  1. Il rilascio del software e delle eventuali patch correttive avverrà se possibile tramite il sistema di controllo di versione che andrà installato sulla macchina dove viene eseguito il software. Il sistema di controllo in maniera automatica aggiorna i file e tiene traccia di tutti i cambiamenti apportati al codice.
  2. Diversamente le alternative sono:
    • Creazione di una connessione FTP per il deploy manuale da remoto
    • Deploy manuale direttamente in loco

Implementazione software

  1. Presentazione flusso software tramite bozza grafica: viene fornita una bozza in formato immagine o html navigabile che il cliente può valutare o testare.
  2. Approvazione del flusso: il cliente approva la bozza grafica
  3. Suddivisione in blocchi: il software viene suddiviso in blocchi per organizzare meglio il lavoro e per ogni blocco viene stabilita una data di rilascio.
  4. Sviluppo: si procede allo sviluppo del blocco di software. Rilascio in ambiente di test: il blocco viene rilasciato entro la data prestabilita in ambiente di test per le verifiche in un contesto reale con dati simili a quelli di produzione.
  5. Approvazione: il blocco del software risponde alle aspettative del cliente ed il test ha successo.
  6. Rilascio in ambiente di produzione: il blocco del software viene rilasciato in ambiente di produzione e si passa allo sviluppo del blocco successivo.

Nuova implementazione

Le nuove implementazioni verranno valutate e presentate sotto forma di nuovo preventivo.

  1. Richiesta di funzionalità: il cliente richiede una nuova funzione fornendo tutte le informazioni necessarie alla realizzazione.
  2. Presentazione bozza grafica: viene fornita una bozza in formato di immagine o html navigabile che il cliente può valutare o testare
  3. Approvazione del flusso: il cliente approva la bozza grafica
  4. Sviluppo: si procede allo sviluppo della funzionalità richiesta
  5. Rilascio in ambiente di test: la funzionalità viene rilasciata in ambiente di test per le verifiche in un contesto reale con dati simili a quelli di produzione
  6. Approvazione: la funzionalità risponde alle richieste del cliente ed il test ha successo
  7. Rilascio in ambiente di produzione: la funzionalità viene rilasciata in ambiente di produzione

Correzione bug

  1. Avviso di bug: il cliente indica il bug e fornisce tutte le informazioni necessarie per la sua identificazione e replicazione
  2. Verifica del bug: il bug viene verificato
  3. Sviluppo: si procede allo sviluppo della patch correttiva
  4. Rilascio in ambiente di test: la patch viene rilasciata in ambiente di test per le verifiche in un contesto reale con dati simili a quelli di produzione
  5. Approvazione: la patch risolve correttamente il problema ed il test ha successo
  6. Rilascio in ambiente di produzione: la patch viene rilasciata in ambiente di produzione

Definizione di bug

clicca qui per accedere alla pagina di wikipedia

Durante lo sviluppo e l’esecuzione di un codice sorgente possono verificarsi i cosiddetti “errori di programmazione” che si possono distinguere essenzialmente in tre principali categorie: errori di sintassi, errori in esecuzione o di runtime, ed errori nella logica del programma.

  • Gli errori di sintassi sono gli errori che si commettono nella fase di scrittura del programma nel linguaggio scelto, fase successiva alla progettazione dell’algoritmo. Sono in genere errori di ortografia nella scrittura del codice o nell’uso delle istruzioni. Gli errori di sintassi impediscono la compilazione del programma da parte del compilatore, che quindi tipicamente segnala la presenza dell’errore. Questo tipo di errore è spesso segnalato al programmatore direttamente dall’editor dell’ambiente integrato di sviluppo (IDE) utilizzato, risultando dunque di facile individuazione e soluzione.
  • Gli errori di runtime sono errori che possono verificarsi nella fase in cui il programma viene eseguito (in inglese run), anche se l’algoritmo è corretto e il codice viene compilato correttamente. Spesso sono relativi all’utilizzo della memoria da parte del programma stesso, che tenta ad esempio di scrivere o leggere dati in una locazione di memoria alla quale non ha accesso. Questi errori si verificano principalmente nell’indicizzazione di array e nell’utilizzo dei puntatori. Un altro esempio si ha quando il programma tenta di eseguire operazioni non lecite (ad esempio, in alcuni linguaggi, una divisione per zero). Le eccezioni e i costrutti per la loro gestione sono uno dei principali strumenti che i linguaggi di programmazione mettono a disposizione per trattare gli errori di run-time.
  • Gli errori di logica (o semantica) sono gli errori che si commettono nella fase di progettazione o più spesso di implementazione dell’algoritmo: possono essere causati da una mancata comprensione del problema da calcolare o dei vincoli che i dati in input devono rispettare, da errori nella valutazione del test dell’algoritmo o ancora, semplicemente, da un errato uso del linguaggio che però non dà luogo a errori di sintassi. Questi errori conducono tipicamente alla progettazione di un algoritmo che non fornisce l’output richiesto nell’ambito di una o più istanze del problema da risolvere, oppure a un programma che non esegue le operazioni volute. Sono difficili da individuare e spesso si deve ricorrere al debugging tramite un debugger, un programma che normalmente si trova anche integrato nell’IDE.

Modifica delle Condizioni Generali

In caso di modifica unilaterale delle condizioni generali di contratto comunicate al cliente, sarà sua facoltà recedere dal contratto entro il termine indicato nella comunicazione di modifica delle Condizioni Generali.

Trattamento dei dati personali

32BIT SRL effettua il trattamento dei dati personali del cliente in accordo con il Regolamento Europeo 2016/679 ed il Codice in materia di protezione dei dati personali 196/2003 come da informativa presente sul nostro sito all’indirizzo: https://www.trentaduebit.it/privacy-policy.

Foro competente

Qualunque controversia dovesse sorgere in relazione all’interpretazione, esecuzione o risoluzione del presente accordo dovrà essere devoluta alla competenza esclusiva del Foro di Rovigo.

SEDEDove nascono le idee
32BIT S.r.l.
Via Eridania, 151
45030 Santa Maria Maddalena
Occhiobello (RO)

P.I. : 01624050298
Capitale sociale 10.000 (i.v.)

RIMANI CONNESSOSocial links
Rimani connesso tramite i nostri canali social.
RIMANI AGGIORNATOIscriviti alla nostra newsletter

    SEDEDove nascono le idee
    32BIT S.r.l.
    Via Eridania, 151
    45030 Santa Maria Maddalena
    Occhiobello (RO)

    P.I. : 01624050298
    Capitale sociale 10.000 (i.v.)

    CONTATTIRiferimenti
    RIMANI CONNESSOSocial links
    Rimani connesso tramite i nostri canali social.